Friday, 10 December 2004

la DLR e' rotta

ieri sera arrivo alle 22.00 alla DLR di Bank, ansioso di tornare a casa dopo una giornata di lavoro (del c* - come tutte le altre).
Dentro Bank, soprattutto di sera tardi, bisogna scarpinare come matti prima di arrivare alla stazione della DLR.
Dopo questa lunga passeggiata, arrivo al corridoio della DLR per trovare le porte chiuse. Aaargh, com'e' possibile. In giro ci sono solo dei turisti italiani; provo a usare uno di quei terminal per info e help, premo prima il pulsante blue delle info, svariate volte, poi quello rosso delle emergenze, senza nessuna risposta (good luck with an emergnecy!)
alla fine chiedo ai turisti italiani, e finalmente sento il primo annuncio da quando sono entrato dentro la fucking stazione di Bank:la DLR e' ferma fino a Limehouse a causa di un "incident".
Devo prendere la Northern line fino a London bridge e poi la Jubilee fino a Canary Wharf..
But, hey, la Northern e' nel caos totale: fino dalla mattina a causa di problemi alle radio dei treni, ci sono "disservizi", ritardi ecc..
Mi ritrovo a sudare come una porchetta sulla piattaforma della Northern line southbound, in mezzo all'altro mezzo milione di viaggiatori "DLR" lasciati a piedi.
Sudo e sono stanco, e' tardi, sono gia' le 22.30.
C'e' uno con un albero di natale, alto +o- come me. Mi preparo psicologicamente. Mi immagino l'arrivo del treno, vedere sfilare le carrozze e vederle belle stipate di gente e pensare: "come ca*o faro' a salire su questo treno?"
Ce la faccio, spingo, vengo spinto, mi guardano male, si toccano il portafoglio, me lo tocco anche io. potessi mi tirerei del lesso dal naso per schifarli, ma mi devo tenere e con l'altra mano tengo lo zaino (what was I thinking?).
Alla fine sono arrivato a casa sano e salvo. Anche l'albero di natale e il tipo dell'albero di natale.

No comments: