Friday, 17 December 2004

Xmas parties

Questa e' la settimana dei Christmas Parties, o Xmas parties.
Datori di lavoro di tutte le dimensioni, da piccoli a grandissimi, offrono questa festa ai loro dipendenti, clienti, associati ecc. C'e' anche la versione privata, tra amici, anche tra minorenni (purche' si beve...).
Come potete immaginare, il tipo di Xmas party cambia molto a secondo di chi lo organizza. Si va da party spettacolari con concerti dal vivo, spettacoli, ecc, a "shared parties", per chi non si puo' permettere di prenotare un locale da solo.
Dove lavoro io c'era un party il giovedi sera, in un grande albergo lussuoso, con obbligo di abito da sera, smoking diremmo noi, gli inglesi lo chiamano dinner jacket o (all'americana) tuxedo o tux. Ammetto che in ufficio la parola + usata e' tuxedo.
Smoking in inglese non si dice, al massimo esiste una "Smoking jacket", ma e' un maglione da casa da indossare quando si fuma.
L'invito recitava "Black Tie", che appunto significa che bisogna indossare (se non si vuole essere rispediti al mittente), una dinner jacket o tuxedo: abito nero, camicia bianca, cravattino nero o variazioni su questo tema.
Questa roba in prevalenza si noleggia, ci sono varie negozi che si occupano di questi noleggi di abiti, con consegna a domicilio, nel senso consegna e ritiro in ufficio. Ad un tipo gli e' arrivata una specia di scatola speciale tipo abiti teatrali, con dentro tutto: pantaloni, camicia, giacca, cravattino (finto) , gemelli, calze e scarpe.. Urra'!!
Il bello del Xmas party comunque non e' l'abbigliamento, ne' il buffet (Royal buffet nel caso dei tipi per cui lavoro io), ne' la musica dal vivo o dal dj. Ne il mescolarsi con colleghi e altra gente, incontrare le alte sfere, incontrare il CEO e magari scambiare 2 chiacchiere, farsi notare, ecc.
No, il bello del Xmas party e' ...l'OPEN BAR!! Ossia alcol a gratis... praticamente un terno a lotto. Anche se non e' proprio tutto disponibile e senza limitazioni.
Dove lavoro, la regola era 2 ore di bar aperto ma senza superalcolici (spirits), quindi birra e vino e soft drinks. Poi fino alle 23.00 solo soft drinks.
Comunque venerdi mattina in ufficio era un campo di battaglia. Molti avevano preso il giorno di vacanza; alcuni avevano dormito nello stesso albergo, soprattutto quelli che vengono da troppo lontano. Uno aveva perduto una scarpa mentre tornava a casa. I sopravvissuti in ufficio, pallidi, con aliti pesanti d'alcol, hanno iniziato a chiamare quelli che invece non ce l'avevano fatta ad alzarsi. "Wake Richard, wake up", urlavano ad un tipo ancora a letto. Poi hanno iniziato a circolare le foto, i filmini.. Masse di imbriachi che si spostavano da un PC ad un altro e emettevano rutti, risate, e commenti molto pesanti. E poi tutti a dirsi: "ti ricordi quando hai rubato la bottiglia al cameriere e te la sei bevuta a gargarozzo?" (frase riportata in modo fedele). O: "ti ricordi quando hai iniziato a ballare e tutti ridevano?", ecc.

Il fatto che in questi party si mischino tutti i livelli della societa' e' interessante, mi fa pensare alle navi del 700 quando in certi momenti veniva concesso alla ciurma di cantare canzoni piene d'insulti contro il capitano come valvola di sfogo.. cosi' al Xmas party, di fronte a dirigenti, CEOs ecc., la gente da fondo al fondo, senza risparmiarsi nulla (vedi vomit). Addirittura qualcuno parlava di "fights", argomenti accessi al limite della rissa o risse vere e proprie.
D'altro canto qui la pressione sul lavoro e' tanta, per cui bisogna anche lasciar fuoriuscire un po' di quel vapore ad alta pressione.

Ieri, venerdi, chiamato sulla BBC "black friday", a Cardiff avevano attrezzato uno stadio a centro di primo soccorso per ubriachi, gente coinvolta nelle risse , insomma per le vittime dirette o indirette dei Xmas party. Gli ospedali in questi giorni diventano sovraccarichi per via dei Xmas parties,e, per evitare che il sovraffolamento influisca negativamente su casi urgenti, si usano strategie come quella di Cardiff. Inoltre hanno introdotto una multa di 80 sterline per comportamenti molesti e ubriachezza molesta, ma il problema e' identificare le persone - questo un tema che dovro' trattare a se' - qui non esistono carte d'identita' e i cittadini (o meglio "sudditi"), non sono tenuti a portare un documento di identita', ne' ne esiste uno ufficiale.

Ma di Xmas party si muore anche, come una ragazzina di 16 anni. La BBC intervistava ieri i genitori. Senza contare che a 16 anni sarebbe proibito bere..

Pero' forse non tutto e' consentito.. ci sono anche persone che vengono licenziate per il loro comportamento al Xmas party, perlomeno a giudicare da questo annuncio

Infine ci sono Xmas party alternativi, come quello dell'Idler, un giornale dedicato ai pigroni, a quelli che lavorano malvolentieri, e che preferiscono l'ozio all'affannarsi tipico dei londinesi

No comments: