Saturday, 29 January 2005

contributi sociale, parte prima

national insurance number e' il numero di sicurezza sociale, quello che vi permette di pagare la national insurance, ossia i soldi che lo stato inglese usa per pagare i sussidi di disoccupazione e le pensioni.
io lavorando qui dovro' pagare questo salasso (mi pare 5% fino a 30000 sterline all'anno e 12.5% al di sopra delle 30000 sterline all'anno).
pero' non avro' mai la possibilita' di usufruire dei benefici ne' pensionistici ne' dei sussidi; insomma, un affarone!
come se non bastasse, ottenere un national insurance number non e' per niente facile, anzi e' chiaramente una cosa quasi impossibile, quasi una messa in pratica di quella politica anti immigrazione che e' tipica dell'inghilterra e dell'europa tutta. e visto che qui siamo molto poco in europa, non fa davvero differenza se siete europei o sudanesi, rifugiati o illegali: il national insurance number e' un incubo da ottenere. e' una storia dal sapore italiano, nel senso burocratico della parola.
Si inizia con la solita ricerca su internet, e vi ritrovate sul sito del DWP, ex DSS, dove finalmente, nel mezzo di una frase trovate un link. da li' fate un salto dentro un buco nero, e alla fine vi ritrovate in un'altra dimensione. o vi ritrovate sul sito dell'inland revenues, le TASSE, dove c'e' un bel national insurance number help desk number o vi ritrovate nel sito del job centre plus, dove non c'e' un cazzo.
insomma, per farla breve, dove molti salti iperspaziali, vi ritrovate con un numero di telefone, e iniziate da li'. ma si tratta di un calvario, veramente una cosa divertente (perche' altrimenti c'e' da impazzire e iniziare a sparare il giorno dopo). a un numero vi risponde uno, vi dice: no, noi non c'entriamo, pero' prova a chiamare questo numero. chiami questo numero e ti risponde una, anche gentile, e ti dici: ma dov'e' che abiti? ah, no, non non serviamo quell'area. prova a chiamare questo numero (ma che area e' che servite? plutone e le sue lune? ah, grazie!). chiama che ti richiami, mi sono trovato al fondo del barile: ho trovato una serie di numeri (una decina - e non scherzo) da chiamare. Li ho provati tutti per settimane, con 3 possibili esiti: o rispondeva una segreteria o erano occupati o non rispondeva nessuno. La segreteria diceva (questo e' vero e potete provare per credere): "salve, non possiamo rispondervi al momento, e non potete lasciare un messaggio, per cui... (pausa), chiamate + tardi!" (chiamate 00442072496614 o 00442072498807).

Fantastico! La burocrozia italiana dovrebbe prendere ripetizioni da questi. Nei miei anni di lotta indefessa contro il mostro burocratico italiota, fosse esso comune, provincia, regione,ministero o quant'altro, mai avevo sentito qualcosa si cosi' estremo, mai avevo trovato un tale sarcasmo, dietro l'assenza di materia grigia.

Esasperato da questo andazzo, e non disposto (ancora) a dotarmi di un'ascia o coltellazzo o fucile a canne mozze, ho avuto un colpo di genio: scrivere un lettera raccomandata. un atto disperato, ma ci ho provato: "Cari voi, sono 3 mesi che cerco di chiamarvi, devo richiedere un national insurance number, ma non so che altro fare. per favore chiamatemi voi". E per qualche settimana mi sono messo l'anima in pace. ed e' stato allora, alle 19.30 di mercoledi di questa settimana, che ho ricevuto la telefonata: mi hanno chiamato! E mi hanno dato un appuntamento per VENERDI.

Fine della parte prima.

No comments: