Thursday, 28 July 2005

repubblica

ho mandato il seguente testo a repubblica, nei messaggi da londra, e l'hanno pubblicato.

Il mio sogno da teenager
Sono venuto a londra per realizzare un sogno da teenager. c'ho trascinato la mia partner. ora vivo nel terrore. Non solo le bombe (chi le mette non lo so, ma so chi ne trae il maggior beneficio!), ora anche la polizia che spara per uccidere. non so cosa mi fa + paura. io poi sono siciliano, di aspetto più scuro della media nordica, con la barba di 2 giorni sembro
iraqeno, e sono anche grande e grosso, per questo giro senza zaino, senza giacca, che si veda che non ho niente da nascondere. qui battono la grancassa della retorica sul coraggio dei pendolari; a me sembra che la
cosa coraggiosa da fare sarebbe dire: tonyblair, noi si sta in casa, in metro vacci tu!

La cosa davvero ironica è che alla fine il prezzo di tutto questo ricadrà interamente sui lavoratori e sui pendolari della metro: o ti ammazza una bomba, o ti ammazza la polizia, o alla fine ci ritroveremo con
il conto delle "misure di sicurezza" e delle immense operazioni di polizia, sotto forma di aumenti delle tariffe e aumenti alle tasse, oltre ad una nuova, probabile fase della guerra al "terrore".

No comments: