Thursday, 14 July 2005

Un silenzio surreale

Di ritorno dai due minuti di silenzio osservati con il resto di londra e del mondo. Gli uffici rigurgitano gente per le strade, suonano gli allarmi anti-incendio a segnare l'inizio e la fine. taxi fermi, macchine ferme. gente per strada. sotto un caldo pazzesco, sotto un sole cocente con temperature infernali.

se solo questa gente si rendesse conto che questi 2 minuti sono il risultato delle azioni non di 4 pakistati e un egiziano, ma il risultato delle azioni dei loro leaders, che in un modo o in un altro loro, tonyblair, georgewbush, aznar, il nano bastardo, e tutti i membri della coalition del goodwill!
io dedico questi due minuti alla memoria dei morti innocenti, di cui potevo essere uno, ma anche alla causa di mandare questi bastardi a casa: non succedera' mai, ma e' bello credere che prima o poi questa enorme massa di gente, quella ricca e quella povera, si svegliera' e dira': CI AVETE ROTTO I COGLIONI. ORA BASTA!

invece no, oggi come domani come per sempre, questa gente , nella sua grande maggioranza, andra' avanti con la propria stupida vita, pensando che il nemico sono "loro", i musulmani, gli "islamici", come li chiama , senza tante remore, la progressiva "repubblica". cosa c'e' alla fine di questa escalation? quante altre bombe prima che iniziamo a crocefiggerli? sbrighiamoci, cosi' i nostri governanti la smettono di bombardarci!

No comments: