Monday, 7 June 2010

Stallman: "iPad? Io lo chiamo iBad"

Stallman: "iPad? Io lo chiamo iBad"

"Bill Gates vi prende in giro, dice che gli attivisti come voi sono gli ultimi comunisti della terra, con questa fissazione del collettivismo. Altri (vedi Kevin Kelly su Wired) dicono che il Web è l'ultimo avamposto del socialismo: cooperazione, scambio di opinioni, obiettivi comuni... Lei è socialista?

Quando ero piccolo, negli Stati Uniti erano tutti d'accordo su una cosa: la libera circolazione delle idee, la società aperta, la cooperazione scientifica, il diritto di critica, tutto questo avrebbe permesso al nostro paese di vincere la sfida con l'Unione Sovietica. Ora qualcuno vuole riscrivere la storia. Mi dispiace, ma qui l'ultimo dei sovietici è proprio Bill Gates, che ha costruito il suo impero sulla pelle delle libertà civili. Il software proprietario è figlio di un sistema coloniale, si basa sul divide et impera, lascia gli utenti soli, divisi e indifesi, senza informazioni fondamentali. Il cyberspazio dovrebbe essere uno spazio di libertà. Spero che tutti scappino dall'impero del software proprietario e ci raggiungano nel mondo libero. E ogni riferimento alla Guerra fredda è assolutamente volontario."

No comments: